Salone del Mobile di Milano (2009)

Aprile si annuncia immancabilmente con l’appuntamento imperdibile del Salone e del Fuori Salone. Giunta alla sua 48esima edizione, bisogna ammettere che seguire l’intero evento é un vero e proprio impegno, oltre al fatto che é praticamente impossibile. Personalmente sono molti anni che lo frequento e, sebbene negli ultimi anni sia riuscito a ritagliarmi almeno 4/5 giorni per soggiornare a Milano, quest’anno non sono bastati neanche 8 giorni completi per poter battere il record e dire “Ce l’ho fatta, ho visto tutto il Salone!”.

Non parlo della fiera di Rho (che, di solito, tralascio o passo velocemente in rassegna) bensí del famoso “Milan Fuori Salone”, ovvero un insieme improbabile di eventi – tra vernissage, aperitivi e inaugurazioni varie – sparsi per tutta Milano, concentrati soprattutto in centro e nella gettonatissima Zona Tortona.

Partendo dal presupposto che visitare tutte le esposizioni é praticamente impossibile, salvo per vincere una qualche scommessa, che peró non consentirebbe certo di capire ed apprezzare, é necessario organizzarsi. Da anni il noto magazine Interni offre al pubblico la Guida Fuori Salone Milano grazie alla quale é possibile farsi strada tra le decine di eventi quotidiani. Tuttavia non bisogna credere che sia cosí facile. Quest’anno erano elencati ben 400 eventi (dal 21 al 27 aprile), molti dei quali – peró – privati. Devo ammettere che l’iniziativa di mettere a disposizione anche una versione online della guida (Guida Fuori Salone.com) é stata un’ottima idea…poiché é stato solo grazie a “My Agenda” che ho potuto gestire degnamente i miei spostamenti in mezzo al traffico di Milano.

Considerazioni. Sebbene la settimana del Design sia indiscutibilmente la piú vivace e piú divertente di Milano, anche quest’anno la cittá non ha offerto molti aiuti per poterla gustare in pieno: essendo molti showroom piuttosto lontani dalle fermate della metro e dei bus bisogna camminare moltissimo, col risultato di arrivare all’ora dell’aperitivo veramente esausti (vedi foto sopra, scattata l’ultimo giorno al Salone Satellite!). La nuova segnaletica di Zona Tortona (realizzata dallo studio Paladini) é  stata l’unica a dimostrarsi veramente utile se paragonata a quella di Interni, per esempio, i cui stendardi di stoffa hanno sofferto moltissimo le raffiche di vento che ha tirato, costringendo gli espositori a spostarle all’interno, col risultato di confondere molti visitatori (me compreso) che si sono trovati disorientati, senza piú alcun riferimento, molte volte.

Vita notturna. A parte Zona Tortona i cui eventi cessano tutti alle 23, non c’é praticamente vita notturna durante la settimana. Bisogna attendere il venerdí e il sabato sera per partecipare a una delle due “megafeste” organizzate per l’occasione, entrambe – guardacaso – lontanissime dal centro e raggiungibili coi pochissimi (bus) e carissimi (taxi) mezzi a disposizione.

Tutto sommato, peró, si é trattato di una settimana molto intensa e densa di possibilitá interessanti. Ne parleró nel corso dei prossimi post, niente paura!

Links:

Lascia un commento

Archiviato in Report

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...